La linea green di intimo Oysho riparte dalla plastica riciclata - pro-mo.it

La linea green di intimo Oysho riparte dalla plastica riciclata

Gruppo Pro.mo alla 91esima Adunata Nazionale degli Alpini: “Siamo dove serve”
15 maggio 2018
Eco-rivoluzione: un tavolo per il riciclo di qualità
21 maggio 2018

Anche Oysho, azienda che si occupa di abbigliamento intimo femminile, crede ad un futuro ecosostenibile. Per questo si è impegnata ad attuare un piano di azione globale che avvii un cambiamento in materia di imballaggi e rifiuti, attuando un rientro dell’impatto ambientale di ogni suo processo produttivo e commerciale. Nelle sue collezioni Oysho punterà alla promozione di una moda eco-consapevole, prendendosi cura dell’ambiente circostante.

Per realizzare questo obiettivo, Oysho ha creato la linea Join Life con il quale vengono prodotti capi di abbigliamento solo con cotone organico proveniente da semi non geneticamente modificati, coltivati con fertilizzanti naturali. Ha portato nel mercato inoltre, una fibra che viene prodotta in un circuito chiuso che riutilizza il 100% di acqua che viene consumata nel processo. Si tratta di una fibra proveniente dal legno di boschi gestiti in modo controllato e che garantiscano la riforestazione.

L’IMPORTANZA DI PRODURRE TESSUTI RICICLATI: IL PROGETTO JOIN LIFE

Produrre tessuti riciclati porta molti benefici, sia in termini di costi ma anche di risparmio energetico. Consumando meno risorse naturali possibili, il numero dei rifiuti scende e di conseguenza anche l’impatto ambientale, proteggendo la biodiversità. Oysho ha puntato anche sul riciclo del poliestere e non solo, anche sugli scarti di produzione di moquette, reti da pesca e vecchie bottiglie di plastica usate, dando vita alla nuova linea mare “Weare the change".

Il progetto Join Life inoltre, non si rivolge solo all’impiego consapevole di materia prima riciclata per la produzione dei capi. Questo processo eco-consapevole prevede anche interventi sulla logistica. Quindi via ad interventi adatti a rendere i negozi eco-efficienti, imballaggi online che utilizzano solo materiale riciclato certificato, che promuovono pratiche sostenibili rivolte ai boschi di tutto il mondo.

L’azienda adotta una strategia volta alla riduzione del consumo energetico e non solo, anche al controllo delle emissioni derivanti dalle operazioni logistiche. In questo modo viene prolungata l’utilità di imballaggi, sacchetti, allarmi e attaccapanni. Questi infatti, vengono riutilizzati fino al momento necessario del riciclo. In questo modo il volume dei rifiuti si riduce e l’ambiente ne beneficia.

L’obiettivo di Oysho è quello di arrivare ad avere zero rifiuti nei suoi punti vendita, ma anche negli uffici e nei centri logistici. Si tratta di un obiettivo raggiungibile entro il 2020, poiché già la maggior parte dei negozi Oysho sono già eco-efficienti. Per ridurre ulteriormente l’impatto ambientale, è stato creato un sistema in grado di far risparmiare il 20% di energia e il 50% di acqua. In questo modo è stato possibile anche ridurre le emissioni di C02.

BENEFICIENZA MA ANCHE RICICLO

Oysho in Spagna, mette a disposizione dei cestini in alcuni dei suoi punti vendita, che permettano il deposito di capi usati. Gli indumenti poi, vengono smistati e donati alla Caritas oppure, vengono riciclati e trasformati in fibra adatta alla produzione di nuovi capi. Il progetto punta al rispetto dell’ambiente, preservando la qualità e integrando la cura necessaria all’utilizzo delle risorse.

Iscriviti alla nostra Newsletter