Le nuove Adidas in plastica riciclata - pro-mo.it

Le nuove Adidas in plastica riciclata

Quagga, il fashion made in Italy fatto in plastica riciclata
15 Novembre 2016
Bruxelles, un museo dedicato alla plastica: Plasticarium
22 Novembre 2016

La plastica riciclata è arrivata anche a calzare i nostri piedi.  Non parliamo di semplici sandali da spiaggia, ma del nuovo modello di scarpe prodotto dall’Adidas.

In vendita solo in 7000 esemplari (con una previsione però di un milione di paia per il 2017), le Ultra BOOST Uncaged Parley sono fatte con plastica riciclata recuperata dagli oceani. Composte al 95% in plastica riciclata – raccolta nei mari delle Maldive – con l'aggiunta di altri materiali riciclati, queste calzature innovative avranno un costo di 220 dollari e saranno acquistabili da Novembre sia nei negozi che online.

L’idea dell’Adidas nasce dall’intenzione – condivisa con diversi fashion brand come l'italianissima Quagga – di sensibilizzare i propri consumatori sul tema del marine litter e della necessità di recuperare materiali plastici a cui dare nuova vita. “Ciò a cui miriamo è l'eliminazione della plastica vergine dal nostro processo di produzione e distribuzione", ha dichiarato un portavoce di Adidas a The Verge.

In collaborazione con l’associazione ambientalista Parley for the Oceans, Adidas vuole ripensare il design dei prodotti tessili e aiutare a ridurre il problema della plastica nelle nostre acque. Per farlo, l'azienda ha introdotto il tessuto creato con filati da plastica riciclata anche nelle divise sportive di diverse squadre di calcio come il Bayern Monaco.

Già l’anno scorso l’azienda di abbigliamento sportivo aveva realizzato un prototipo in 3D dimostrando che era possibile produrre calzature in plastica riciclata. Ora queste scarpe sono in commercio e le proiezioni future sul milione di esemplari fanno pensare non solo ad un incremento della produzione, ma anche al rinnovato approccio delle grandi aziende ai materiali alternativi e riciclati. Cyrill Gutsch, dall’altra parte, fondatore di Parley for the Oceans, sostiene che: "È compito delle industrie creative reinventare i materiali, i prodotti, i modelli di business. Il consumatore può aumentare la domanda in linea con il cambiamento”.

 

Iscriviti alla nostra Newsletter