Nat-2, le sneakers vegane fatte con la plastica riciclata - pro-mo.it

Nat-2, le sneakers vegane fatte con la plastica riciclata

La bobina di plastica diventa arredamento ecologico
5 luglio 2018
Come riciclare bottiglie di plastica costruendo rifugi d’emergenza
5 luglio 2018

Il brand tedesco di calzature Nat-2 ha progettato le prime sneakers vegane. Si tratta di calzature che al primo sguardo sembrano realizzate in cuoio e pelle, ma che in realtà sono totalmente sostenibili, fatte solo di componenti vegetali e plastica.

Nat-2 Fungi line – questo il nome completo della linea di scarpe vegane – è pensata per tutti coloro che hanno scelto di applicare questa filosofia alimentare a tutti gli ambiti della propria vita quotidiana.

Le scarpe vengono realizzate con plastica e un materiale chiamato fungo dell’esca. Si tratta di un esemplare di micete non commestibile che si attacca alla corteccia degli alberi. Questo viene lavorato a mano e dopo un’accurata attività di spelatura, la sostanza diventa compatta e di colore similare a quello della pelle usata per le calzature.

Altre parti della scarpa invece, vengono realizzate con un materiale ottenuto riciclando bottiglie di plastica. Ciò che si viene a creare alla fine è una spugna in microfibra resistente alle pressioni. Le suole interne sono composte di sughero e le esterne invece, presentano una gomma completamente naturale. Le calzature che ne derivano sono prive di agenti chimici.

Il modello è stato studiato da Nina Fabert di Zvnder, azienda che già da tempo produce oggetti con il fungo dell’esca. Ha impiegato questo materiale anche per realizzare una linea di orologi. La linea di scarpe vegane viene realizzata in Italia da una piccola azienda che collabora con Nat-2.

Iscriviti alla nostra Newsletter