#PlasticaResponsabile a Natale: i consigli di Corepla per le feste - pro-mo.it

#PlasticaResponsabile a Natale: i consigli di Corepla per le feste

Il 90% della plastica nei mari è portata da 10 fiumi
13 novembre 2017
Bioplastiche: distinguere realtà da fantasia (e cattiva informazione)
3 gennaio 2018

Tra imballaggi e stoviglie, la plastica è uno dei materiali che ci dà una mano ad affrontare e a rendere speciali le festività natalizie. Sicura, igienica, economica e comoda, questa materia prima è soprattutto riciclabile. A partire da piatti e bicchieri, che possono darci una mano a tavola: ricordate, non esistono solo le stoviglie bianche, ma anche quelle di design! Corepla ha stilato una lista di consigli per far sì che il Natale non diventi occasione di spreco e di inquinamento, oltre a ricordare che la plastica è troppo preziosa per diventare un rifiuto.

Non riciclare solo i regali poco graditi
L’imballaggio in plastica che ha contenuto, protetto o trasportato il tuo regalo di Natale va messo nel contenitore per la raccolta differenziata separandolo da eventuali altri materiali presenti nella medesima confezione. Una attenta separazione e una corretta raccolta facilitano infatti il riciclo, permettendo ai tuoi rifiuti di trovare una nuova vita sotto forma di filati, tessuti tecnici, moquette, coperte e felpe in pile, imbottiture, tegole, pavimenti, grondaie. Perché la plastica è troppo preziosa per diventare un rifiuto!

Riusa con fantasia
Quando hai finito di scartare i regali, conserva le confezioni o gli imballaggi in plastica che non si sono rovinati: potresti utilizzarli per impacchettare i tuoi futuri doni; ti serviranno solo fiocchi, nastro adesivo e un pizzico di creatività.

Se li conosci, li differenzi
Ricorda che la raccolta differenziata della plastica riguarda solo gli imballaggi (tra cui bottiglie, vaschette, barattoli, flaconi, piatti e bicchieri, pellicole trasparenti e pellicole antiurto). Invece i giocattoli, gli utensili da cucina, le posate, gli ombrelli, i tappetini e i sottovasi, gli scarponi da sci e le scarpe da ginnastica non sono imballaggi e dunque, anche se di plastica, vanno conferiti nell’indifferenziato o portati nel centro di raccolta se il Comune in cui risiedi ha organizzato un cassone per “le altre plastiche”. Verranno trasformati in nuova materia prima o in energia e calore.
Riutilizza, un Natale dopo l’altro. Se il tuo albero di Natale e gli addobbi per le feste sono in plastica, conservali! Non buttarli! Potranno essere riutilizzati per molti altri Natali senza alleggerire il tuo portafogli!

Paese che vai, raccolta che trovi
Se decidi di passare le feste in montagna e organizzi un’escursione, non abbandonare i tuoi rifiuti sui sentieri. Utilizza sempre gli appositi contenitori della raccolta differenziata degli imballaggi in plastica. Se non li trovi, fai un piccolo sforzo, portali in paese e conferiscili correttamente informandoti sulle modalità della raccolta. Non tutti i Comuni infatti funzionano allo stesso modo! Per essere sempre aggiornati sui criteri di raccolta, puoi usare Junker App che ti tiene informato anche sui calendari di conferimento in moltissimi comuni italiani.

Abbassa il volume
Cerca di svuotare meglio che puoi i tuoi imballaggi in plastica e, se possibile, schiacciali prima di metterli nel contenitore della raccolta differenziata.

Guardali bene, separali meglio
Infine ricordati che gli avanzi di cibo e gli shopper in bioplastica biodegradabili e compostabili vanno conferiti nella raccolta dell’umido. Si trasformeranno in ottimo compost!

Iscriviti alla nostra Newsletter