Riciclare è un gioco da ragazzi: il parco giochi in plastica riciclata - pro-mo.it

Riciclare è un gioco da ragazzi: il parco giochi in plastica riciclata

Europarlamentari italiani contrari al bando dei piatti in plastica: non risolve il problema, danneggia l’industria italiana
22 ottobre 2018
Europarlamentari: Direttiva UE sulla plastica danneggia il Made in Italy
6 dicembre 2018

È stato da poco inaugurato nel parco Fra’ Dolcino e Margherita di Sopramonte, frazione di Trento, il parco giochi in plastica riciclata donato da Pro.mo e Corepla, simbolo del grande impegno messo in campo per la 91ª Adunata dell’Associazione Nazionale Alpini.

Un impegno testimoniato dai dati rilasciati da Dolomiti Ambiente e Corepla: circa 70 tonnellate di imballaggi plastici di diversa tipologia raccolti in quei giorni, fra cui le stoviglie, di cui oltre il 60% andato a riciclo. Ancor più importante: dai polimeri rintracciati nei rifiuti raccolti, è derivata la produzione di materia prima seconda (PET, HD-PE, PP…)

e di una frazione mista, pari a circa 5 tonnellate. L’inaugurazione del parco è la degna conclusione di questa bella iniziativa che dimostra come sia possibile portare a termine azioni di raccolta e riciclo all’insegna della sostenibilità globale, pensando all’ambiente, all’igiene e alla sicurezza.

 

 

 

“Se a pochi giorni dalla fine della 91° Adunata degli Alpini – commenta Marco Omboni, Presidente di Pro.Mo – avevamo dichiarato con orgoglio: missione riciclo compiuta, oggi possiamo affermare, con ancor più orgoglio: promessa mantenuta! In un contesto dove i nostri prodotti vengono quotidianamente criminalizzati è importante ribadire che riciclare è meglio che vietare. Questo è il modello che promuoviamo.

Alla cerimonia d’inaugurazione erano presenti, oltre al sindaco di Trento Alessandro Andreatta, il Presidente della Sezione ANA di Trento Maurizio Pinamonti, i Vice presidenti Renzo Merler e Carlo Frigo, insieme al consiglio direttivo sezionale, i rappresentanti del COA e, infine, il Vice presidente dell’ANA nazionale Alfonsino Ercole.

Iscriviti alla nostra Newsletter