Tonache per sacerdoti fatte di plastica riciclata: le Chiese e la sfida dell’inquinamento di Butler & Butler - pro-mo.it

Tonache per sacerdoti fatte di plastica riciclata: le Chiese e la sfida dell’inquinamento di Butler & Butler

Whirlpool: entro 2025 solo componenti plastica riciclata in Ue
11 luglio 2018
Le nostre ragioni sul piatto
25 luglio 2018

Anche la Chiesa di Inghilterra è sensibile all’inquinamento selvaggio. Per questo, in concomitanza con la direttiva europea sulla Plastic Strategy e una buona informazione circa il riciclo e il riuso del materiale plastico, la ditta di abbigliamento ecclesiastico Butler&Butler ha lanciato la prima tonaca in plastica riciclata.

Si tratta di un abito composto in fibra di poliestere di alta qualità, ottenuto completamente da bottiglie di plastica riciclata. L’azienda, già molto sensibile al tema del commercio equo solidale, ritira il tessuto direttamente dall’India. Più soffice del poliestere tradizionale, questa fibra è ecosostenibile e rappresenta un nuovo sbocco per il risultato del riciclo di materiale plastico.

L’idea di produrre abiti ecclesiastici con plastica riciclata nasce dall’interesse suscitato da una serie di documentari, “The Blu Planet” trasmessi dalla BBC. Ma la chiesa è da tempo in prima linea per creare una consapevolezza ambientale nei suoi fedeli.

Anche Papa Francesco con la sua enciclica “Laudato sì alla cura della cosa comune” ha espresso l’importanza di avere o sviluppare un senso di responsabilità verso l’ambiente circostante. Per cui, ben venga il riciclo, la riduzione del consumo di acqua per i processi produttivi, la cura verso gli animali, il piantare alberi e la parsimonia nell’illuminazione. Insomma, tutto ciò che dovrebbe essere la prassi e che molto spesso di dimentica.

Il Pontefice, a novembre dello scorso anno, ha incontrato anche i fondatori della Plastic Bank, David Katz e Shaun Frankson che hanno studiato un sistema per convertire la plastica recuperata dagli oceani in denaro da donare alle popolazioni disagiate.

Iscriviti alla nostra Newsletter